Loading...

Cameriere di sala: quanto conta l’aspetto fisico?

aspetto esteriore cameriere di salaNel momento in cui ci si accinge a cercare un posto di lavoro, dedicare la giusta attenzione alla cura di sé stessi e del proprio aspetto fisico è decisamente importante.

Infatti, benché spesso i selezionatori tendano a negarlo, dare una prima impressione di sé positiva anche a livello estetico è senza dubbio, ai fini di un’assunzione, un punto a favore del candidato.

Ciò vale soprattutto per quelle professioni che, per la propria natura, devono essere svolte a contatto con il pubblico.

Il cameriere di sala, che lavori in un ristorante, in una pizzeria, in un albergo o in una struttura di altro genere (agriturismo, impresa di catering, nave da crociera…) è la figura che, all’interno del locale, si trova in maggiore contatto con i clienti.

E’ proprio il cameriere di sala, infatti, che accoglie i clienti e “se ne prende cura”  fino a quando non lasciano il locale (porta il menù al tavolo, prende le ordinazioni, risponde ad eventuali richieste di consigli o chiarimenti, porta il conto…).

Questo spiega perché, in genere (e soprattutto nei locali di livello medio-alto) è preferibile che un cameriere (o una cameriera) di sala, sia una persona gradevole sotto tutti gli aspetti e, quindi, anche dal punto di vista fisico.

CV: cosa indicare del proprio aspetto fisico?

Se state cercando lavoro come camerieri di sala, la prima cosa importante è che presentiate un curriculum vitae corredato di fotografia, che, a dire il vero, in un buon curriculum non dovrebbe mai mancare (qualunque sia la posizione che si aspira a ricoprire).

Questa fotografia deve, innanzi tutto, ritrarvi in primo piano.

Se siete donne, poi, è consigliabile che scegliate una fotografia in cui avete un trucco leggero e una pettinatura semplice.

Se siete uomini, invece, è bene che, prima di farvi scattare la fotografia da inserire nel curriculum, abbiate cura di farvi la barba.

In entrambi i casi, comunque, e bene evitare immagini ritoccate (con programmi di postproduzione digitale, come Photoshop), anche se in forma non particolarmente marcata.

Quindi, a proposito del vostro aspetto fisico, inserite nel curriculum anche alcune informazioni scritte. Soprattutto se avete intenzione di presentare la vostra candidatura in locali di un certo livello, è consigliabile che non vi limitiate ad espressioni del tipo bella presenza o aspetto curato, ma specifichiate, ad esempio, di non avere piercing e/o tatuaggi vistosi.

Come presentarsi al colloquio di lavoro?

E’ importante, ovviamente, che al colloquio di lavoro abbiate effettivamente l’aspetto curato che, nel curriculum, avete detto di possedere.

Ciò non significa che, per essere assunti, occorra essere belli né presentarsi vestiti in abito da sera o, per le donne, con un’acconciatura da cerimonia.

E’ sufficiente avere un aspetto semplice ma curato (dall’abbigliamento, ai capelli, al trucco…), perché ciò che conta non è la bellezza, bensì ordine, pulizia ed eleganza.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Curriculumvitaeeuropeo.net è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons