Loading...

Lavoro: Proposte di Salario Base per co.co.pro e assegno di disoccupazione

Oggi vediamo alcune importanti Notizie che riguardano il Mondo del Lavoro a 360 Gradi.

In particolare vediamo alcune proposte di Legge avanzate dal Ministro Elsa Fornero che andrebbero a modificare l’attuale Scenario del Mondo del Lavoro.

Salario di base per i cocopro e assegno di disoccupazione. Le proposte di modifica sono contenute nel pacchetto di 16 emenadmenti presentati dai relatori al ddl lavoro, Tiziano Treu (Pd) e Maurizio Castro (Udc).

Il compenso dei lavoratori a progetto, si legge nell’emendamento, ”deve essere adeguato alla quantita’ e qualita’ del lavoro eseguito e non puo’ comunque essere inferiore, in proporzioni di durata del contratto, all’importo annuale determinato periodicamente con decreto del ministero del Lavoro”. Come riferimento vengono assunti da un lato gli emolumenti minimi del lavoro autonomo e dall’altro nel settore privato, lo stipendio sara’ frutto della media dei due risultati.

Per quanto riguarda l’assegno di disoccupazione i relatori spiegano che per un disoccupato che ha lavorato per 6-12 mesi l’una tantum dovrebbe aggirarsi intorno ai 6.000 euro nell’anno successivo. La misura sara’ sperimentale, per il prossimo triennio. Il totale delle risorse per i cocopro, con i nuovi interventi dei relatori, dovrebbero superare i 100 milioni di euro complessivi.

”Ai cocopro che hanno visto aumentare il carico retributivo di sei punti -spiega Treu- non solo garantiamo il salario di base, per cui non ci perdano, ma e’ prevista anche qualcosa se perdono lavoro. Il nostro obiettivo era arrivare subito alla mini Aspi” dice Il relatore ”ma al momento non e’ possibile e quindi ci saranno due fasi: nella prima si rafforza molto l’attuale ‘una tantum’, per la disoccupazione.

E per il lavoro intermittente (call on job), ”si potra’ sempre procedere all’assunzione tramite chiamata per gli under 25 e per gli over 55. ”Abbiamo inoltre previsto che la chiamata si realizzi anche tramite un sms; nel caso di prestazioni integrate fino a 30 giorni basta un solo sms per tutto il ciclo”. Le sanzioni per l’omissione della relativa comunicazione viene ridotta, passa da 1.000/6.000 attuali a 400/2.400

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Curriculumvitaeeuropeo.net è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons