Loading...

Come allevare lumache?

allevare-lumacheL’allevamento di lumache non è forse l’attività più comune che si può trovare.

Questa attività può diventare qualcosa di veramente soddisfacente e redditizio, data la crescente richiesta sul mercato della ristorazione, soprattutto a livelli medio-alti. Scopriamo insieme di cosa si tratta e come si fa per iniziare.

Da dove iniziare

Una delle prime cose che serviranno per l’avvio di un’elicicoltura, è un grosso appezzamento di terreno per la gestione dell’intera attività e tutto ciò che le ruota intorno.

Una volta determinato uno spazio dove iniziare l’allevamento vero e proprio, dovranno essere lasciate nel terreno le cosiddette fattrici, cioè delle chiocciole destinate all’accoppiamento e alla riproduzione.

Una volta nata la nuova generazione di piccole lumache, queste vanno cresciute e nutrite per bene utilizzando vegetali completamente biologici. Sono ideali tutti i generi di verdure e frutta, nonostante ciò sono favoriti bietola, cavolfiore, radicchio, broccoli. Altre verdure dalla struttura forte e dalle foglie grandi come la lattuga, ad esempio, possono essere usate dalle lumache stesse come riparo durante l’inverno o durante le forti piogge.

Tutto all’aperto

E’ essenziale che l’elicicoltura avvenga all’aperto dal momento che le lumache per crescere in maniera adeguata e costante hanno bisogno della luce del sole e dell’aria aperta. Quindi, data questa necessità, bisogna proteggere i molluschi dall’attacco di predatori. Per fare ciò bastano alcune strutture protettive come gabbie, staccionate, strutture e teli trasparenti.

Quanto costa

Parlando di prezzi, l’investimento iniziale per avviare tale attività è di circa 6000€, per un’allevamento stimato di circa 2.500 metri quadri, così suddivisi

  • 3000€, materiale di recinzione in tutta la struttura, oltre ai materiali per la protezione delle lumache stesse
  • 500€, per tutti i materiali disinfettanti e derattizzanti che saranno essenziali per la sopravvivenza e la sana crescita delle lumache
  • 300€, per i materiali da semina specializzata
  • 2.500€ circa per 12mila chiocciole da allevare

Fondi pubblici

Al fine di invogliare i giovani ad investire e avviare attività imprenditoriali, anche originali e particolari come l’elicicoltura, molte regioni stanziano dei fondi pubblici come aiuto a chiunque voglia investire in questa attività.

Iter burocratico

Il fattore burocratico, come sempre, è la parte più scocciante per iniziare questa attività. Per la realizzazione dell’impianti sono indispensabili

  • Iscrizione al Registro delle Imprese agricole in Camera di commercio
  • Partita Iva e Conto fiscale
  • Iscrizione Inps e Inail
  • Valutazione del rischio L.626/1994

Una volta intrapreso l’iter e una volta avviata l’attività, questa sarà davvero ricca di inaspettate sorprese, riconoscimenti e soddisfazioni.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Curriculumvitaeeuropeo.net è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons