Loading...

Come diventare guardia giurata

divantare-guardia-giurataPer diventare Guardia Giurata, meglio nota come Guardia Particolare Giurata o GPG c’è bisogno di avere alcuni requisiti ben precisi senza i quali è difficile, se non impossibile procedere.

Requisiti

I requisiti per diventare Guardia Particolare giurata sono:

  • Essere cittadino italiano o europeo
  • Essere maggiorenni ed avere adempiuto agli obblighi di leva
  • Non avere riportato alcun tipo di condanna
  • Essere persona di impeccabile condotta morale
  • Essere iscritto alla cassa nazionale delle assicurazioni sociali e infortuni sul lavoro

Porto d’armi

Se si è sicuri di possedere tutte queste caratteristiche la strada per diventare Guardia Giurata si fa un po’ più breve.Il prossimo passo sarà quella di munirsi di porto d’armi regolare.

Il rilascio del porto d’armi dipende dalla questura di competenza e si rifà al regolamento. Primo requisito deve essere l’idoneità fisica con esito di 10/10. La capacità oculare non può essere minore di 8/10, raggiungibile con lenti di correzione.

Burocrazia

Ora tutto ciò che resta da fare è affrontare l’iter burocratico. Per quanto riguarda la Guardia Giurata, fortunatamente questo non è molto complesso.

La guardia giurata non è un libero professionista e deve dipendere per legge da un ente o un Istituto di Vigilanza. Per questa ragione, la prima cosa da fare è trovare un Istituto di Vigilanza o un ente al quale inviare la propria candidatura.

Decreto di Nomina

Una volta accettati, non bisognerà preoccuparsi molto della parte burocratica perché da questo punto in poi sarà l’Istituto o l’ente a occuparsene per voi. Tutto quello che farà sarà completare il Decreto di Nomina che andrà consegnato in Prefettura. Quello che spetta alla guardia giurata è, invece, firmare tale Decreto e preparare una serie di documenti. Eccoli di seguito elencati.

  • Dati anagrafici completi presentati su carta bollata
  • Certificato di residenza
  • Certificato di famiglia
  • Fotocopia della Carta di Identità e del Codice Fiscale (fotocopia da effettuare fronte/retro)
  • Fotocopia del Foglio di Congedo, qualora se ne fosse in possesso
  • Fotocopia del titolo di studio, come diploma, laurea, attestati ecc.
  • 2 foto tessere tra le quali una firmata
  • Attestato rilasciato da una sezione di tiro a validità nazionale di partecipazione e conseguimento di un corso teorico e pratico di tiro a segno
  • Certificato medico, anche questo con carta bollata, rilasciato dall’ASL

Quanto si guadagna

Completato questo percorso burocratico, se tutto va bene, si ottiene il Decreto di Nomina che autorizza l’esercizio del servizio. Per quanto riguarda il salario, una volta entrati è di circa mille euro, dopo un anno però c’è un aumento di circa cento euro. Non sono da sottovalutare però gli straordinari, che possono arrivare a costituire oltre il 30% della busta paga.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Curriculumvitaeeuropeo.net è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons