Loading...

Come diventare Mediatore Familiare: percorso e requisiti

come diventare mediatore familiareIl mediatore familiare interviene quando ci sono dei disagi nelle famiglie, ma non si è ancora arrivati a una separazione tra i coniugi.

Il compito del mediatore non è tanto quello di dissuadere i coniugi dal lasciarsi, ma trovare una soluzione che metta d’accordo i due genitori nell’interesse dei figli minorenni.

La professione è di grande responsabilità: ecco come ci si deve comportare.

Cosa studiare

Per svolgere questo lavoro, dovrai prima andare all’università. Potrai scegliere una di queste Facoltà:

  • Giurisprudenza;
  • Psicologia;
  • Scienze Sociali.

Il percorso di studi si conclude dopo cinque anni, con una laurea magistrale. Successivamente, dovrai frequentare un Master come mediatore familiare, oppure un corso riconosciuto dalle associazioni di categoria, dato che di fatto non esiste un albo professionale a cui fare riferimento.

Il mediatore familiare dovrà aggiornarsi continuamente, soprattutto dal punto di vista delle normative: di conseguenza, dovrai rivolgerti alle associazioni di categoria per sapere quali sono i corsi regionali che permettono di tenerti al passo con le nuove regole.

Quanto si guadagna

Il mediatore familiare può lavorare in una di queste tre modalità:

  • Come libero professionista;
  • In un centro di ascolto, oppure nei consultori;
  • In strutture pubbliche e private che si occupano di problemi familiari.

Nel primo caso, l’onorario dipenderà dal numero di clienti, mentre nel secondo caso il mediatore riceverà uno stipendio commisurato in base all’esperienza e al lavoro da svolgere. In genere, questa figura professionale guadagna 100 Euro per ogni seduta.

Il mediatore che opera come dipendente, invece, potrà contare su uno stipendio non superiore ai 2.000 Euro. La professione del mediatore familiare prevede scatti di carriera solo nel pubblico impiego, ma la formazione costante ti permetterà di guadagnare di più grazie alla rete di contatti che riuscirai a creare nel corso del tempo.

Ricorda che il tuo ruolo deve essere imparziale: non lasciarti mai trasportare dal caso che stai affrontando, se vuoi essere davvero di aiuto.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Curriculumvitaeeuropeo.net è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons