Loading...

Come diventare un Detective

diventare -detectiveAttualmente non esistono in Italia Albi Professionali o Associazioni di Categoria che prevedano l’adesione di Detective o Investigatore Privato. Questo vuol dire che, non essendo una professione autonoma legalmente riconosciuta, non prevede nemmeno degli esami di licenza.

Quindi quello del Detective è un mestiere che si basa, principalmente, sulle caratteristiche individuali, su una buona conoscenza delle Leggi e dei Codici e su una buona esperienza personale, magari basata sulla frequentazione delle sedi e delle persone giuste.

Titolo di polizia

Unico obbligo è quello di avere conseguito un Titolo di Polizia, che si ottiene recandosi presso la Prefettura della propria residenza e richiedendo una Licenza di Guardia Particolare Giurata.

Le norme di Legge che bisogna conoscere per poter entrare in possesso di questo titolo sono contenute nel Decreto del Ministero dell’Interno n. 269, del 1.12.2010, che recepisce tutte le altre norme previste in materie, ovvero la Legge 508/36, il Regio decreto 2144/36 e il Regolamento di attuazione del testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza, che risale al 1940.

Qualifiche

Non è necessario essere in possesso di ulteriori titoli di studio, a parte le scuole dell’obbligo, ma sarebbe preferibile avere fatto almeno le Scuole Superiori o frequentato corsi universitari di Laurea alle facoltà di Giurisprudenza o Psicologia.

Dove trovare lavoro

Un Detective può trovare lavoro alle dipendenze di un’agenzia privata oppure aprirne una in proprio. Nel primo caso, una vota ritenuto che si sia in possesso dei requisiti minimi che abbiamo elencato in precedenza, bisognerà inviare un curriculum ad una delle numerose agenzie investigative o Istituti di Vigilanza presenti sul territorio italiano.

Nel caso, invece, si decida di voler avviare un’attività in proprio, l’iter è un po’ più lungo e complesso. Si tratterà, infatti, di cominciare con lo svolgere un periodo di tirocinio presso un’agenzia investigativa privata di almeno 2 anni, nel corso del quale si potranno apprendere le tecniche base e i metodi per poter svolgere al meglio l’attività.

Trascorso questo periodo di tirocinio ed ottenuto un attestato di idoneità rilasciato dall’Agenzia stessa, ci si deve attrezzare per la creazione della struttura, vale a dire un ufficio, dove tenere gli archivi e ricevere la clientela. Andrà aperta una partita IVA e fatta la dichiarazione inizio attività presso l’Agenzia delle Entrate.

Un’avvertenza importante è quella di ricordarsi sempre che per poter svolgere indagini vere e proprie, che abbiano cioè le caratteristiche di indagini di Polizia Giudiziaria, non si potrà procedere da soli, perché tale azione non ha valore procedurale legale, ma bisogna che per lo meno un avvocato renda legale lo svolgimento delle indagini, conferendo un incarico in base ad un’azione di tutela e difesa di interessi privati, degli interessi cioè del proprio cliente (Nuovo Codice di Procedura Penale).

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Curriculumvitaeeuropeo.net è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons