Loading...

Come preparare un curriculum da infermiere privato

Infermiere privato, curriculumUno dei mestieri che si è rivalutato in tempi di crisi è senz’altro quello dell’infermiere. L’ascesa dei lavoratori “non intellettuali” e di servizio si è incrociato con l’aumento del numero degli anziani da accudire. Se poi ci mettiamo anche il taglio del fondo riservato all’assistenza sociale….

Quello dell’infermiere è un mestiere ricercato. Ecco qualche consiglio per redigere un buon curriculum.

Cosa inserire nel curriculum

Ovviamente, per esercitare il mestiere di infermiere, anche se privato, occorre presentare un percorso di formazione ad hoc. In passato l’abilitazione era accessibile attraverso dei corsi specializzanti, da un po’ di tempo è necessario il possesso del titolo universitario. Inutile dire che un curriculum in cui il percorso formativo risulta inadatto è inutile

Non basta. Per emergere è necessario far intravedere, fin dal curriculum, le qualità tipiche dell’infermiere privato. Queste non si riducono al mero tecnicismo ma sconfinano nel campo delle relazioni personali e persino delle qualità morali.

Il medico cura, ma l’infermiere fa qualcosa di più: accudisce. Sono dunque essenziali qualità come pazienza, gentilezza, comprensione e in generale il possesso di un buon carattere. Il consiglio è quello di far risaltare queste caratteristiche.

Questo perché, alla fine dei conti, non è l’anziano che l’infermiere deve convincere, bensì il parente che se ne prende cura (o la famiglia). E una figlia “consegna” la madre a uno sconosciuto solo se questi la tratterà bene.

Caratteristiche aggiuntive

Un’altro elemento cui dare risalto è l’esperienza. Come in tutte le attività, a dare la cifra della qualità di un’aspirante lavoratore, non è solo il percorso formativo ma anche – e forse soprattutto – quello professionale.

Se un infermiere privato si propone ma ha alle spalle una solida esperienza, allora è molto probabile che vincerà “l’eventuale ballottaggio” con altri aspiranti infermieri.

Infine, il prezzo. L’ideale è proporne uno giusto, ma non troppo basso: si darebbe l’impressione di scarsa professionalità.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Curriculumvitaeeuropeo.net è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons