Loading...

Curriculum Vitae: 5 banalità da evitare

curriculumEccoci ancora ad aiutarvi nella composizione del vostro Curriculum Vitae, nella speranza che i consigli che oggi vi diamo vi offriranno non solo la possibilità per un CV a prova di bomba, ma anche a riflettere più a fondo su quello che le aziende cercano e sulle dinamiche più profonde del mercato del lavoro.

Il nemico di oggi è la banalità, una delle più grandi piaghe del noi nostri giorni, specialmente quando si finisce a parlare di curriculum e risorse umane. Ma niente paura, tutti finiscono prima o poi per diventare un po’ banali: per questo motivo leggete quello che stiamo per presentarvi, il vostro curriculum non potrà che beneficiarne.

Prima parola da evitare: “impegno”

L’impegno è il minimo che un datore di lavoro si aspetti quando sta per assumere un nuovo impiegato. Evitate di sottolineare il fatto che siate disposti ad impegnarvi una volta che il posto di lavoro diventerà vostro. E’ come dire che aperto un ristorante offrirete cibo buono, è una banalità senza capo e coda, che fareste bene a rimuovere seduta stante se inserita nel vostro CV.

Seconda parola da evitare: “autonomia”

Le aziende si aspettano oltre che ad impegno, anche autonomia. Nessuno vorrebbe assumere un dipendente che dev’essere guidato per mano attraverso la complessità dei lavori normalmente svolti da una azienda. Per questo motivo evitate a tutti i costi di scrivere una castroneria del genere in un CV che dev’essere spedito ad un’azienda seria, soprattutto se il posto di lavoro che state cercando di ottenere presume da parte vostra la capacità di operare senza la guida costante dei vostri superiori.

Terza parola da evitare: “team”

Essere capaci di operare in squadra, coordinando o essendo coordinati, capirete bene che è un’altra banalità. Nessuno vuole assumere un eremita che non è in grado di avere interazioni umane e professionali con i suoi colleghi. Se proprio volete sottolineare che in passato siete stati dei buoni giocatori un una squadra, riportate dove e quando avete maturato questa esperienza. I fatti contano molto più delle parole, soprattutto in un mercato del lavoro in difficoltà come quello italiano di questi anni.

Quarta parola da evitare: “altamente qualificato”

E cosa vorrebbe dire “altamente qualificato”? Badate che con il vostro curriculum vitae state cercando di ottenere un posto di lavoro vendendo voi stessi, non una mozzarella. Per questo motivo cercate di evitare banalità come altamente qualificato. Se avete titoli, mostrateli, altrimenti tacete. Non c’è niente di più noioso per chi legge CV di doversi sorbire queste locuzioni da fanfarone come “altamente qualificato”, soprattutto se poi non ci sono in realtà titoli a supportare questa altissima qualificazione. Elencate i vostri titoli in modo efficace, basteranno e avanzeranno.

Quinta parola da evitare: “dinamico”

E di “dinamico”? Ne vogliamo parlare? Cosa vuol dire? Cosa intendete dire quando scrivete sul vostro curriculum vitae che siete… dinamici? Che non dormite sul posto di lavoro?

Che siete pronti ad andare a fare fotocopie nella stanza a fianco? No, non vuol dire proprio nulla. Se invece intendete dire che siete in genere pieni di idee e pieni di iniziativa elencate quando queste qualità che possedete sono state messe in opera. Se invece non avete ancora potuto metterle a frutto, tacete, il silenzio è meglio di una bugia.

Con queste cinque parole assolutamente da evitare nel vostro curriculum vitae chiudiamo questa rassegna di quello che non dovrebbe esserci assolutamente sul vostro curriculum, perché cari lettori, il lavoro di chi scrive curriculum non è solo quello di chi aggiunge una interminabile lista di cose al proprio CV, ma è più come quello di uno scultore: dovrete infatti

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Curriculumvitaeeuropeo.net è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons